volaQualche settimana fa l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano mi ha segnalato una bellissima iniziativa che, ad averci i denari, abbraccerei senza esitazione: si tratta di un viaggio in Cina alla scoperta delle varie cucine regionali e che come tappe di viaggio contempla addirittura quattro lezioni di cucina in diversi ristoranti. E come se non bastasse, oltre a essere un viaggio organizzato “chiavi in mano” dedicato al cibo, in cui si imparano tante belle cose della cultura gastronomica cinese, si è accompagnati da una sinologa (e buona forchetta) d’eccezione, ossia la Dottoressa Marta Valentini, che spesso si incontra agli eventi del Confucio a volte a parlar di calligrafia, altre di ravioli cinesi.
Non so la capienza delle vostre tasche, e si fa presto a liquidare tutto con “non ho i soldi, non ci vado”, ma la verità è che il programma di questo viaggio vale per me come un inception, un tarlo che ora ho nella testa e che prima o poi mi porterà a fare qualcosa.
Se potete, fateci ben più di un pensiero e comunque seguite il sito dell’Istituto Confucio di Milano, perché il cibo è un ottimo modo per avvicinarsi alla cultura cinese e l’Istituto, come istituzione ufficiale, lo sa bene!

Scaricate qui il programma del viaggio

Annunci